Il Multidamsiano – Trasfigurazione di Mentana

Una roba quasi quotidiana, una roba che sono meno di 200 parole, una roba che ci metto molti Media.
Una roba.
Solo nei giorni divisibili per 3.

L’annuncio di nuove elezioni muove nel cittadino moderno senza più certezze un’unica gioia, la maratona Mentana.

Ieri sera sono arrivato a casa e ricordandomi delle elezioni UK e dell’opportunità di ammirare il mitico Chicco non ho potuto fare altro che spalmarmi sul divano ed accendere soddisfatto La7 (a volume basso perché tutti dormivano).

Ci sono schiere di persone che ormai lo idolatrano e non se ne perdono una.
La chiave del successo è stata la trasfigurazione da conduttore a leggenda.
Come ha fatto? Prima di tutto si comincia con un servizio di informazione completo, puntuale, equilibrato e spesso autoironico (quindi un prodotto ottimo); Internet poi gli ha fatto fare l’altro passo: l’uso spregiudicato dei social, l’accoglienza benevola dell’ironia generale (tra Crozza, Spinoza e compagnia). Mentana ride di se stesso senza essere permaloso.
L’intelligenza poi gli permette di lanciare battute in diretta che sono a volte delle bombe di sarcasmo altre volte un po’ meno riuscite ma sempre spiazzanti.

La dimostrazione che un professionista con un cervello può trasformare un prodotto televisivo, di cui difficilmente si può immaginare il potenziale, in leggenda.

Qui sotto le 8 ore della maratona americana.

Posted in Il Multidamsiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *